ACQUA PUBBLICA GENOVA

INVITO A PARTECIPARE

A un anno e mezzo dai referendum sull’acqua, con cui è diventata legge l’eliminazione del profitto dal servizio idrico, le bollette non sono cambiate. Nella sola provincia di Genova IREN ha sottratto finora agli utenti 56 milioni di euro.

Ma c’è di più: il 28 dicembre scorso l’Autorità incaricata dal Governo ha emanato il nuovo metodo per calcolare le bollette dell’acqua. Con il nuovo metodo alla voce “remunerazione del capitale investito” viene cambiato nome (“costi delle immobilizzazioni”) e rientra così dalla finestra quello che avevamo cancellato col nostro voto.

Su questo il 18 gennaio a Genova, al centro congressi di Iren in Via Serra, gli autori del nuovo metodo, insieme al presidente di Iren, Roberto Bazzano e al presidente della Cassa Depositi e Prestiti, Franco Bassanini si faranno il loro bel convegno in famiglia…  Concluderà il Sindaco di Genova Marco Doria. Ci auguriamo che il sindaco, in quanto rappresentante della comunità dei cittadini – elettori, rammenti ai presenti la volontà chiaramente espressa dal popolo italiano.

ANCHE NOI SAREMO LI’ FUORI CON UN PRESIDIO DALLE 11 ALLE 13 PER RICORDARE CHE L’ACQUA E’ UN DIRITTO UMANO E NON UNA MERCE.

 Nel pomeriggio il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua invita tutti i cittadini, i movimenti, le associazioni, le organizzazioni che hanno sostenuto i referendum a incontrarsi in una assemblea pubblica presso il Circolo Autorità Portuale di Genova in Via Albertazzi 3r (davanti alla caserma dei pompieri e alla Coop Negro), a partire dalle 17.30.

Assemblea pubblica su: “La nuova tariffa dell’acqua, la ripubblicizzazione del servizio idrico e la tutela dei beni comuni”.

CORRADO ODDI Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua

MIRKO TUTINO assessore alla Cultura, Paesaggio e Ambiente della Provincia di Reggio Emilia

VINCENZO GENDUSO Sindaco di Taggia (IM)

PINO COSENTINO, Comitato genovese acqua bene comune

Introduce e modera ROBERTO MELONE Referente ligure Comitati acqua.

Sono previsti interventi dei movimenti genovesi dei beni comuni e dei servizi pubblici.

E’ invitato anche il sindaco di Genova, prof. Marco Doria.

Chiederemo a tutti, cittadini, movimenti, associazioni, sindacati, partiti, e istituzioni, in primo luogo al Comune di Genova, un serio impegno per:

  • un nuovo tipo di servizio pubblico, trasparente, partecipativo, efficiente, senza fini di lucro;
  • le aziende che gestiscono acqua (MdA), trasporto pubblico locale (AMT), rifiuti (AMIU), manutenzione della città (ASTER) siano pubbliche
  • l’introduzione di strumenti di partecipazione dei cittadini ai processi decisionali delle aziende pubbliche e della città.

Scarica il video dell’appello

volantino

 

Rassegna stampa:

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-effedf17-993b-4be8-a5b4-4bc2a0cec4a3-tgr.html#p=0  (edizione delle 19.30 minuto 8.40)

http://www.ilsecoloxix.it/p/multimedia/genova/2013/01/18/APa2fmVE-contro_pubblica_tariffe.shtml

http://www.genova24.it/2013/01/flash-mob-acqua-pubblica-nuova-tariffa-insulto-a-democrazia-portera-aumento-bolletta-45631/


1 Comment for this entry

  • rinaldo varesi ha detto:

    altri comuni e regioni d’Italia hanno fatto seriamente un percorso atto a rendere veramente pubblica l’acqua cosa che invece a Genova e comuni della liguria ( a parte Chiavari )e pura fantascienza. credo che il 18 gennaio sia l’occasione giusta per ribadire che il nostro voto va rispettato e riccordare al sindaco di Genova la Promessa elettorale. Più saremo e più urleremo forte le nostre ragioni: fuori i privati dai servizi essenziali!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>