ACQUA PUBBLICA GENOVA

Dopo la risposta del candidato Musso, è arrivata anche la risposta del candidato Doria alla nostra lettera aperta.

eccola

 

Genova, 18 Maggio 2012
Su vostra sollecitazione torno volentieri sul tema dell’acqua pubblica sul quale mi sono più volte espresso.

Voglio sottolineare come lo strumento della partecipazione della società civile sia stato centrale nella mia campagna, fin dalle primarie, e come i comitati per Marco Doria abbiano rappresentato un elemento decisivo per la mobilitazione che mi ha consentito di vincere le primarie e il primo turno delle Amministrative. Il dialogo con i cittadini che si organizzano attorno a temi civici non si interromperà dopo l’elezione e rappresenterà un impegno per me e la mia Giunta, insieme con il tema della trasparenza. Concordo, anche sull’affermazione che spesso il privato non si è dimostrato più appropriato, efficiente e trasparente del servizio pubblico.

Come ho scritto all’interno del mio programma elettorale “il referendum ha sancito definitivamente che l’acqua è un bene comune che deve essere pienamente ricondotto nell’alveo del controllo pubblico e non gestito nell’ottica del profitto ma del servizio ai cittadini, direttamente o indirettamente. E’ peraltro indispensabile mantenere un ambito ottimale ampio ove la tariffa sia in grado di coprire gli elevati investimenti indispensabili nel settore. Considerandone la fattibilità economica e finanziaria andrà valutata l’ipotesi di un riacquisto delle reti e degli invasi in modo tale da garantirne il controllo strategico da parte degli stake-holders presenti sul territorio genovese”. Quanto affermato corrisponde ad una proposta politica che cerca di coniugare realisticamente la volontà di dare piena attuazione all’esito referendario – che collima perfettamente con il mio pensiero – con i vincoli di bilancio. Voglio solo ribadire che l’orizzonte strategico mi è ben chiaro, ed è l’alveo in cui si muoverà la mia amministrazione cercando di avvicinarsi con serietà e senso della responsabilità agli obiettivi da voi indicati nella Carta d’intenti.

Marco Doria

 

1 Comment for this entry

  • snakeman651 scrive:

    Buongiorno, io sono per l’acqua pubblica se cadesse totalmente in mani private il prezzo lieviterebbe come se fosse carburante e verrebbe instaurata una
    concorrenza tra le aziende,ma al rialzo pero’.

2 Trackbacks / Pingbacks for this entry

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>