ACQUA PUBBLICA GENOVA

La giornata di mobilitazione del 18 gennaio ha visto la partecipazione di moltissimi cittadini ad entrambe le iniziative previste.

Ecco qui una piccola rassegna stampa/video del flash mob della mattina

http://www.ilsecoloxix.it/p/multimedia/genova/2013/01/18/APa2fmVE-contro_pubblica_tariffe.shtml

 http://www.manifestiamo.eu/2013/01/18/dove-finito-il-referendum-dellacqua/

https://attacgenova.wordpress.com/2013/01/19/taruffa-flash-mob-del-comitato-acqua-bene-comune-genova/

http://telenord.it/2013/01/18/acqua-bene-comune-flash-mob-di-protesta-a-genova/

Al pomeriggio anche l’assemblea al CAP è stata molto partecipata.

Gli interventi  sono stati molto interessanti, in particolare Oddi, ci ha illustrato l’incongruità tra gli esiti referendari e la nuova formulazione tariffaria che, di fatto, include nuovamente il profitto e che, così formulata, potrebbe aumentare la voce in bolletta; l’assessore Tutino di Reggio Emilia ci ha illustrato il percorso partecipativo (qui potete trovare le slide) intrapreso nella loro provincia, che ha visto lavorare insieme sindaci, comitati, associazioni, lavoratori, con reciproca soddisfazione e importantissimi risultati. Hanno infatti approfondito tutti gli aspetti societari del servizio idrico integrato e hanno deliberato per una Società pubblica in house del servizio idrico integrato. Riteniamo che sia un’esperienza a cui guardare e da approfondire, per tutti quegli amministratori che intendano rapportarsi al servizio idrico in maniera democratica e partecipativa. Infine l’ass. Genduso di Arma di Taggia, ha riportato il percorso che la Provincia di Imperia ha intrapreso per uscire dalle gestioni partecipate e avvalersi di una società pubblica; interessanti sono state le analogie con il Servizio Idrico di Genova, in particolare l’aspetto della concessione al gestore, che anche in quel caso non era scaduta.

L’assessore Garotta del Comune di Genova ha letto la lettera che il sindaco Doria, impossibilitato a partecipare, ci ha mandato e alla quale stamattina abbiamo risposto chiedendo l’apertura di un tavolo pubblico di confronto sul servizio idrico, affinché lo stesso venga improntato sulla trasparenza e la partecipazione, fondamentali presupposti per la gestione pubblica.

Qui trovate la lettera del sindaco

Qui la nostra risposta

Qui infine, come chiestoci da molti, trovate le slide del nostro intervento all’assemblea.

e qui l’ALBUM di FOTO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>