ACQUA PUBBLICA GENOVA

P-MOSES_CALLS_TUNNELmod2

Dopo una lunga battaglia legale durata un anno al giudice di pace di Chiavari possiamo finalmente gioire della vittoria di Elisabetta, che ha preteso da Idrotigullio la restituzione del 22% della sua bolletta, la quota di profitto che attualmente (e illecitamente) ancora paghiamo a valle del referendum del 2011, contestata anche dalla campagna nazionale di Obbedienza civile del Forum dei Movimenti per l’Acqua.

La sentenza oltre a ribadire più volte il valore legislativo -troppo spesso dimenticato- dell’istituto referendario riconosce anche all’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, autorità che ha prodotto il nuovo sistema tariffario che subdolamente aggira il referendum (per questo denominato “taruffa”, cioè tariffa-truffa), un limitato potere amministrativo comunque subordinato all’esito referendario ed esprime sinceri dubbi sul fatto che il nuovo metodo possa anche in futuro garantire qualsiasi tipo di rimborso.

Se ne ricordino anche i nostri sindaci che da tempo oppongono al Forum dei Movimenti per l’Acqua le scuse più impensabili per non riconoscere l’esito referendario, in un gioco delle tre carte tra Conferenza dei Sindaci, gestore e Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas che a più di due anni dal referendum ha davvero passato ogni limite.

E’ bene ribadire a questi signori che questa di Elisabetta era solo una causa pilota ma ora viene il bello: non ci fermeremo fino a quando non verrà avviato un serio processo di ripubblicizzazione che cominci con la totale ed immediata eliminazione di ogni forma di profitto dall’acqua.

Non ci hanno fermati, contro di noi, i professionisti di uno degli studi legali più famosi e importanti di Genova: su di essi hanno avuto la meglio il coraggio di Elisabetta, un atto di citazione messo assieme sulle mailing list facendo tesoro dell’esperienza di persone che hanno lottato una vita, un avvocato patrocinante, Rino Tortorelli, anche lui militante nel comitato acqua pubblica, il sostegno del Movimento Consumatori ma soprattutto le centinaia di persone che hanno partecipato ai vari flash mob ed espresso solidarietà ad Elisabetta nei modi e nelle forme più diverse.

 

Questa è la nostra forza, tante gocce d’acqua che formano un fiume impetuoso. E non ci fermeremo davanti a nulla.
Conferenze stampa:
venerdì 23 agosto ore 11 al Grancaffé di Rapallo, Lungomare Vittorio Veneto 32
venerdì 23 agosto ore 13.30 Salita San Leonardo 25r, Genova
Comitati Acqua Pubblica Genova e Tigullio
Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

333 2865914
333 5356679

 

1764_DSCN2681  DSCN3198

4 Comments for this entry

  • viacavasilvana ha detto:

    e ora andiamo avanti con la richiesta del rimborso quota servizio depurazione altro 30%, perchè a Rapallo il depuratore NON C’E’, è un semplice impianto di pretrattamento non più a norma con le leggi vigenti.scritto anche nella loro relazione di fattibilità del progetto nuovo depuratore.attenzione le richieste di rimborso devono essere fatte entro il 15 ottobre 2013

  • aledale ha detto:

    Ciao Silvana, se vieni alla conferenza stampa di Elisabetta venerdì alle 11 al grancaffé di Rapallo potrebbe essere un’occasione per parlarne anche con altre persone interessate all’argomento, ci saranno (si spera) anche giornalisti interessati, avvocati con cui mettere in comune esperienze ecc. ecc.

  • stefano ha detto:

    ciao, ho trovato la notizia della vostra vittoria e devo dire che ignorantemente non sapevo del fatto che in bolletta ( acqua ) ci fosse una percentuale ( 22 % )di remunerazione. vi ringrazio per aver vinto questa battaglia e per avermi illustrato la cosa .
    e vi chiedo : se fosse possibile avere o trovare la sentenza del giudice di pace per poter avviare richiesta di rimborso nella mia zona ( venezia). grazie ancora
    stefano
    p.s. altro giudice ha stabilito che sulla bolletta di tariffa ambientale non va applicata l’iva ( acqua e rifiuti )

    • aledale ha detto:

      Caro Stefano,
      ti abbiamo risposto anche sulla tua mail personale. In diverse persone ci hanno chiesto di utilizzare questo precedente giuridico: consigliamo sempre anche di prendere contatto con il proprio comitato locale per l’acqua pubblica (il Forum dei Movimenti per l’Acqua è diffuso in tutta Italia, qui l’elenco dei responsabili http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?option=com_content&view=article&id=187&Itemid=91 ), sia per sapere che tariffa viene adottata nella propria zona e qual è la propria percentuale di remunerazione di cui chiedere la restituzione sia per mettere in comune la propria esperienza con quella di chi sta seguendo la cosa già da tempo (e magari ha già presentato anche lui ricorsi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>