ACQUA PUBBLICA GENOVA

Dopo un anno e cinque mesi il referendum del 12-13 giugno 2011, espressione del popolo italiano, continua ad essere umiliato e ancora oggi veniamo presi in giro in un rimpallo di presunte competenze di soggetti (Assemblea d’Ambito, Autorità per l’Energia Elettrica e Gas, Ministero) che in realtà non hanno nessuna voce in capitolo. L’unico soggetto titolato a decidere è infatti il popolo sovrano, che un anno e mezzo fa ha già decretato con valore di legge che è illegale inserire la remunerazione del capitale nella tariffa dell’acqua: è cioè vietato dalla legge fare profitto su un bene tanto essenziale.
Elisabetta, una cittadina qualunque, fortemente determinata a veder riconosciuti i diritti di tutti noi che siamo andati a votare il referendum, martedì 27 novembre affronterà per questo davanti al Giudice di Pace di Chiavari gli avvocati del gestore Idrotigullio.
Ma non sarà sola.
Dietro di lei 27.000.000 di cittadini:
sul referendum chiediamo giustizia
Manifestazione a sostegno di Elisabetta e della dignità del nostro voto
Martedì 27 novembre, ore 8.40, davanti alla sede del Giudice di Pace di
Chiavari, via Rivarola 17 (5 min a piedi dalla stazione)
Per saperne di più:
gruppoacquagenova@gmail.com
3335356679

 

video e foto della manifestazione:

http://youtu.be/sSyqNVEG4KM

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>