ACQUA PUBBLICA GENOVA

Oggi 8 settembre presso la sala stampa della regione si è svolta la conferenza stampa del comitato acqua pubblica genovese: mentre al “festival dell’acqua” di Federutility si parlava di acqua e legalità, qui da noi si è parlato di acqua e ILLEGALITA’.

Si è parlato, in particolare, di come nel 2003 il comune abbia venduto ad una società privata le dighe di Brugneto, val Noci e le centrali idroelettriche di Canate, Diga e Torre Quezzi alienando illegittimamente a privati un bene demaniale (come riconosciuto dal TAR con la sentenza 1717 del 16 dicembre 2004) per la ridicola somma di 12.000.000 di euro (che corrispondono a soli 4 anni di produzione energetica della centrale di Canate) . Nessuna necessità obbligava il comune a compiere un atto così scellerato.

Il comitato acqua pubblica di Genova ha presentato un esposto alla corte dei conti e alla procura del tribunale per chiarire le responsabilità degli amministratori di allora nella vicenda e il danno erariale che ne è conseguito.

Si è parlato anche di come l’affidamento ad IREN acqua e gas del servizio idrico genovese sia avvenuto in maniera non conforme alla legge, che per affidamenti verso società partecipati da privati come IREN prevede la gara: l’affidamento a IREN, riconosciuto illegittimo dall’antitrust, deve essere ritirato al più presto e la gestione degli acquedotti genovesi deve ritornare in mano ad un azienda di diritto pubblico.

Si è dunque presentata una lettera di diffida all’Autorità d’Ambito genovese per chiedere il ritiro dell’affidamento ad IREN e la creazione di un’azienda di diritto pubblico con i mezzi attualmente esistenti. Nella stessa diffida è sollecitata anche l’applicazione dell’esito referendario (di applicabilità immediata, come stabilito dalla sentenza 26/2011 della corte costituzionale)  a pena di future azioni legali.

E questo è solo l’inizio.

 

Link al TG3 di oggi (visibile non so fino a quando..) – al minuto 7.01
http://www.tgr.rai.it/dl/tgr/regioni/PublishingBlock-e76ff69f-39a6-4e43-a278-3566b7d783b2.html

Link all’articolo del Secolo:
http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2011/09/08/AONtRU2-illegittimo_affidamento_pubblica.shtml

1 Comment for this entry

  • franca ha detto:

    Non si capisce, perchè il problema dell’acqua pubblica debba essere sottaciuto,non debba essere divulgato . Forse perchè è motivo di imbarazzo sia per lì’Ato che per Comun: Aver affidato l’acqua pubblica all’Iren senza gara di appalto sa di commistione a tutto danno degli ignari cittadini tenuti solo a pagare. Dato gli evidenti aumenti inquesti ultimi anni sulle tariffe sarebbe opportuno vagliare la possibilità di fare un’azione comune ,ossia una class action.,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>