ACQUA PUBBLICA GENOVA
Molti genovesi ignorano che l’acqua è stata privatizzata.
Ignorano che l’AMGA non esiste più. Oggi il servizio idrico della provincia di Genova è gestito da
Iren Spa, società quotata in Borsa, attraverso la controllata Mediterranea delle Acque.
Oggi si apprende che Iren “a Genova consentirebbe a due imprese – quelle che hanno vinto una gara
da sette milioni e mezzo di euro per scavi, manutenzione della rete del gas e ripristino dell’asfalto-,
di ricorrere al sub appalto, di pagare in nero squadre di artigiani mascherati da dipendenti con
tanto di caporali, di evadere le tasse e di non rispettare la clausola sociale riguardante i lavoratori
in esubero” (La Repubblica, 12 gennaio 2011). La CGIL ha denunciato il fatto alla Guardia di
Finanza, le indagini sono in corso.
Intanto molti lavoratori sono ora a spasso. Quelli occupati dalle imprese che in precedenza avevano
in appalto questi lavori, svolti nel rispetto delle leggi dei diritti dei lavoratori.
Iren è una multiutility, con un fatturato di oltre tre miliardi di euro. Il suo scopo, in quanto s.p.a., non è garantire il
servizio pubblico, ma “creare valore” per gli azionisti.
Con la privatizzazione l’acqua diventa una merce come tutte le altre, su cui fare profitti a beneficio
di qualcuno e a danno di tutti gli altri.
Tra pochi mesi andremo a votare il referendum per ripubblicizzare l’acqua, promosso dai movimenti
per l’acqua, che hanno raccolto più di 1.400.000 firme.
E’ una grande occasione per i cittadini, per non perdere un servizio pubblico essenziale. Per non
consegnare l’acqua alla speculazione.
Andiamo a votare e votiamo SI’.
Genova, 12/01/2011
Comitato Genovese Acqua Pubblica

1 Comment for this entry

  • Matteo scrive:

    ho notato che da quando le bollette del gas sono intestate “IREN” la quota iva di tutte le voci è fissa al 20% contro il 10% dei tempi di Iride/Amga …sarà normale? Investigherò!
    Controllate le Vostre bollette concittadini…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>