ACQUA PUBBLICA GENOVA

DSCN3198

Il nostro piano è sempre stato limpido come l’acqua: noi non abbiamo scuse o argomentazioni pseudogiuridiche, non ci trinceriamo dietro a delibere dell’AEEG che presentano come rimborso integrale della quota di remunerazione un contentino pari a nemmeno il 10% della somma da restituire (previo inserimento del profitto sotto altre voci).

Il nostro piano, su cui si basava il secondo quesito referendario e su cui si basa tuttora la nostra lotta, è ottenere la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato attraverso l’eliminazione totale di ogni forma di profitto sull’acqua: se manca il profitto, manca l’interesse del privato nella gestione, se manca l’interesse del privato la ripubblicizzazione sarà un processo del tutto naturale. Per questo la sentenza di Elisabetta è così importante e per questo continueremo a lottare per il rispetto del referendum fintanto che non sarà raggiunto il nostro scopo.

Invitiamo chiunque voglia unirsi alla nostra lotta e sia interessato alle attività del comitato Acqua Pubblica a prendere parte ai festeggiamenti per Elisabetta giovedì 29 agosto a partire dalle 19.30 presso la sede del Comitato genovese Acqua Bene Comune, salita San Leonardo 25r

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>