ACQUA PUBBLICA GENOVA

Riceviamo da Antonio la bella notizia di un ordine del giorno anti distacco fornitura approvato in consiglio comunale il 12 novembre scorso, che fa seguito all’istanza (No ai distacchi dell’acqua. AATO 25-10-12) da noi presentata presso l’assemblea dei sindaci della provincia il 25 ottobre insieme a PRC. Ecco il testo dell’ordine del giorno:

 

Il Consiglio Comunale

premesso che in tempo di crisi si moltiplicano i casi di distacchi di fornitura idrica talvolta in situazioni di indigenza nella rilevazione dei consumi e persino in presenza di crediti dello stesso utente di valore superiore, come l’anticipo di garanzia o la quota di remunerazione ancorda da rimborsare dopo piu’ di un anno dal referendum. Centinaia i condomini genovesi che per magari un solo utente che non riesce a pagarel a bolletta sono minacciati in blocco dalla sospensione della fornitura.

Sostiene l’iniziativa dei Cittadini Europei per il diritto all’acqua potabile, un nuovo strumento di democrazia partecipativa dei cittadini dell’Unione Europea, che si propone di raccogliere 1.000.000 di firme nei 27 paesi dell’Unione (www.right2water.eu/it) per garantire l’acceso gratuito a un minimo quantitativo d’acqua potabilee ai servizi igienici ed escludere la gestione dell’acqua da qualsiasi forma di profitto;

impegna Sindaco e Giunta a provveder affinche’ l’ATO modifichi il regolamento d’Ambito al fine di impedire il distacco della fornitura ai morosi, prima che un’emergenza di poverta’ diventi anche emergenza di igiene, analogamente ad altre iniziative esperite da altri Comuni italiani.

1 Trackback or Pingback for this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>